[Rassegna Stampa] “Ninux, un altro web”, Corriere della Calabria del 10 Ottobre

Cliccando sulle immagini potrete leggere direttamente la scansione dell’articolo e visualizzare le fotografie incluse, tra cui una del nostro BornAgain che ha condotto gran parte dell’intervista, mentre in basso trovate la trascrizione completa del pezzo per la comoda lettura via web. In alternativa potete scaricare il PDF. Buona lettura!

ninux-corriere-calabria-pag1 ninux-corriere-calabria-pag2COMUNITÀ VIRTUALI

Ninux, un altro web

È una rete wireless in cui i partecipanti comunicano e scambiano contenuti. È alternativa a internet. I suoi “nodi” adesso spuntano anche in Calabria

di Alessia Candito

In barba alle statistiche che relegano la Calabria in fondo alle classifiche di alfabetizzazione informatica e sul podio del digital divide italiano, ci sono anche (pochi) calabresi fra i pionieri della rete alternativa a internet che, nodo dopo nodo, sta colorando la penisola. Si chiama Ninux e tecnicamente si tratta di una meshnet, una wireless privata, i cui partecipanti possono comunicare tra loro, scambiare file, mettere in comune contenuti, risorse o servizi, far viaggiare video, foto, informazioni in modo del tutto indipendente da quella che è comunemente conosciuta come Rete. Per entrarci e diventare quello che in gergo si definisce “nodo” bastano un’antenna radio, un normale router e le conoscenza tecniche necessarie per collegarsi alla cosiddetta “isola”, l’insieme dei nodi presenti nel proprio territorio. Anzi, spiega Dario Stelitano, reggino, dottorando In Fisica all’Università di Potenza e fra i pionieri della rete alternativa calabrese, le conoscenze tecniche non sono neanche strettamente necessarie perché «Ninux è prima di tutto una comunità, un insieme di persone che – ognuna con le proprie competenze, ognuna con le proprie capacità — hanno deciso di unirsi per costruire un’infrastruttura su cui far viaggiare liberamente delle informazioni, al di fuori delle strade note». E proprio le strade sono l’esempio più calzante per spiegare la filosofia di questa nuova “rete delle reti” che piano piano sta conquistando l’Italia. «È come se ogni partecipante alla rete, quindi ogni nodo costruisse il suo pezzetto di strada che si collega alle altre che i suoi vicini stanno realizzando, ma nessuno ci mette un cancello o un pedaggio. Alla fine tutti quelli che partecipano alla costruzione della strada possono viaggiarci liberamente: questo è Ninux. Ogni partecipante, ogni nodo, contribuisce alla costruzione di una infrastruttura di rete che permette a tutti di comunicare con tutti, gratuitamente». Ma soprattutto, a differenza di quanto succede con un provider commerciale — i vari operatori telefonici che offrono l’accesso alla rete – si possono caricare e scaricare contenuti alla stessa velocità. «È una basilare questione di democrazia – sottolinea Stelitano – in Ninux i contenuti con cui io arricchisco la rete hanno lo stesso valore di quelli a cui io posso accedere. Su Internet no. L’apporto che come utente potrò dare sarà sempre inferiore a quello — ormai in larga parte commerciale e a pagamento – che viaggia in rete. Con Ninux, la rete è neutrale, non appannaggio dei provider».

Continua a leggere

Il 21 alle 21

Il 21 Settembre 2013 alle 21 ci mettiamo in videoconferenza tra varie isole Ninux calabresi e fare un pò il punto, anche relativamente al Ninux Day 2013. La videoconferenza è aperta , se volete partecipare contattateci.  Contemporaneamente a Reggio Calabria ci vedremo per una pizza, birra e chiacchierata sui seguenti punti:

  • Introduzione a Ninux (se c’è qualche persona nuova) . chi siamo e che facciamo
  • Nuove rotte create e programma per i prossimi mesi
  • mettere su un centralino per chiamate voip per l’isola di Reggio

L’appuntamento è presso l’Osservatorio Astronomico al Geometra Righi (qui) alle 20.30 (così da capire quanti siamo ed ordinare cibo) nel piazzale antistante la palestra.
Per contattarci ci trovi su facebook qui o vai al pulsante contatta nel riquadro nero che ti si apre qui (o rispondi a questo post nell’area commenti)

Rotolando verso Sud

Ed era già in programma da un po’… finalmente messo su ReggioCal::CampiGMP.

Nodo di Backbone, ovvero da un lato collegato con la Rocket di ReggioCal::BornAgain montata qualche giorno fa e quindi a tutta la rete fin qui creata. Dall’altra parte Access Point che guarda a Sud… Reggio Sud.

Ok, non sarà il fratello maggiore che starà alle sue spalle (nè vuole esserlo, non volendo essere commerciale), ma intanto fa il suo sporco lavoro…

20130807_193122

La visuale da questo nodo la trovate nella fotogallery dei nodi Ninux.

Abbiamo saltato la collina di Reggio centro e andiamo avanti… la Costa Jonica Reggina ci aspetta!

Lascia o raddoppia

Un anno dall’inizio dell’avventura Ninux a Reggio Calabria ed è un pò tempo di bilanci.

Qualcun* si è perso per strada, qualcun* inaspettatamente ha fatto la sua parte e qualcun’altr* si è avvicinat* , ma in fondo è normale che sia così…

Alla fine dopo un anno il bilancio, nonostante tutte le difficoltà di una terra dura come la Calabria e quelle del fatto di non essere troppo presenti sul territorio visto che diversi di noi lavorano fuori, possiamo dire che è positivo.

Ma arriviamo ad oggi…

Continua a leggere

Il nodo di pasquetta

Scritto da RurikoSte , parti in corsivo da Bornagain

Pomeriggio uggioso di fine Marzo , dicono sia pasquetta, mi chiama al telefono Bornagain: “Tiriamo su il nodo ReggioCal::Bice?”

Mi improvviso, dunque, a supporto nel montaggio di un nodo ninux. Ci manca una pinza per crimpare, per cui sappiamo già che svolgeremo solo una prima parte del lavoro ovverossia:
discesa del cavo di rete utp in canalina e cassetta tv lungo 2 piani;
predisposizione dell’alimentazione per la nanostation;
prova segnale dell’access point dentro casa.

Qualche inconveniente abbastanza (penso) consueto (il cavo che si blocca in discesa, e le cassettine indisponenti), ma l’attività procede abbastanza spedita, intervallata dalle mie domande sull’abc della parte tecnica.

Predisponiamo, quindi, l’alimentazione per il POE ( che verrà portata a termine il giorno seguente) e per l’access point: in casa il segnale c’è!

Il coordinamento tra me e Stefania ha permesso, nonostante la sua inesperienza in questo campo,  in un paio di ore di fare oltre metà del lavoro .. a dimostrazione che la volontà e il mettersi in gioco senza remore in prima persona sono elementi indispensabili per un buon lavoro di squadra.

il giorno seguente insieme l’ormai rodata coppia Bornagain – Virgilio ha fatto il resto.. 20130402_185903_595 Continua a leggere

Osservatorio Up

20130129_154746Un altro pezzetto di Ninux si costruisce a Reggio Calabria. Da ieri sera è attivo il segmento BornAgain-Osservatorio che fa entrare una realtà sociale come il Gruppo Astrofili di Reggio nella rete Ninux.
Hanno partecipato al montaggio Virgilio, Piper e BornAgain con il supporto online di Spax e Gigismi degli Hacklab di Cosenza e Catanzaro: quella che si dice .. una comunità.
Adesso una VPN che li faccia parlare sul resto della rete nazionale .. e il gioco è completo.

Stay Tuned

Ninux LAN Party @ House of Bak

lanparty_hobA Reggio Calabria una serata di relax, birre e gioco in LAN sulle tre postazioni fisse dell’House.

Durante la serata:

  • DJ set di royalty free music.
  • Presentazione del progetto ninux.org
  • Gioco in LAN della serata: Sauerbraten

Free entry, free wi-fi.
Qui l’evento su Facebook con i riferimenti.
Gli altri riferimenti invece..

[p] 331-593-5612
[w] http://www.ilbak.it/index.php?pag=House
[t] http://twitter.com/ilbakit
[f] http://www.facebook.com/ilbakit
[g] https://plus.google.com/110877484972540362636
[y] http://www.youtube.com/wwwilbakit

Riunione Ninux a Reggio, il resoconto

Scritto da Roberto “Il Bak

Riporto anche qui le idee di cui si è parlato all’ultima riunione…

Discutendo sui progressi fatti fino ad ora possiamo dire che la partenza del progetto è stata più che promettente, avendo già a disposizione dei “nodi” che potrebbero iniziare a comunicare tra loro dando vita alla prima rete digitale cittadina di proprietà dei cittadini.

Quello che vogliamo realizzare però richiede ancora più partecipazione ed adesioni, sia da chi deve ancora essere raggiunto dall’idea, sia da chi è stato parte del progetto fin qui.
Per questo motivo si è pensato di organizzare delle serate in cui, tra una birra, una chiacchiera ed una partitella in LAN, continuare a ritrovarsi e coinvolgere gente nuova.
Abbiamo sottolineato la necessità che il nostro non diventi un ambiente chiuso ed elitario, ma sereno e popolare. Questo specie in vista di una successiva fase di divulgazione del progetto con cui, dati e prospetti alla mano, poter proporre l’adesione alla rete Ninux anche a famiglie e soggetti comunque meno avvezzi alle macchinazioni informatiche.

E’ venuto a trovarci Vincenzo “Spax”, dall’Hacklab di Cosenza, col quale ci siamo confrontati su quelle che possono essere strategie utili nel creare al meglio la nostra infrastruttura.
La loro esperienza si pone su basi ancor più precarie della nostra, basandosi sul lavoro di studenti e figure che possono dedicare del tempo limitato al progetto Ninux, eppure sono già riusciti a mettere su una rete stabile e funzionale.

Per noi il primo passo sarà quindi creare una base di risorse umane affidabile e costante, tenendo presente questi “LAN party” come momenti di ritrovo abitudinario e condivisione.
Successivamente passare alla divulgazione per poter espandere la rete e renderla il più capillare possibile.

Obiettivo a breve termine (per il quale seguiranno dei rilievi in questi giorni) sarà la connessione dei primi punti della rete che possono essere già attivati. L’elasticità dell’infrastruttura che andiamo a creare e la sua persistenza (“Un’antenna è per sempre!” come esclamò Spax alla cena) ci fanno pensare che sarà un cammino in cui la rete, una volta attiva, può solo migliorare ed ingrandirsi.

Ninux Area dello Stretto: a che puntu simu?

Facciamo un po’ il punto della situazione a distanza di qualche mese dall’ultimo incontro.

Naturalmente l’incontro è aperto anche chi ancora non è mai venuto, buon modo anche per chi vuole sapere e scoprire cosa sono ninux.org e le reti wireless comunitarie.

Mercoledì 14 ore 17.30 alla House of Bak (Reggio Calabria)

Se non sapete dov’è .. chiedete :)

Questo è l’evento Facebook creato.