PiepsHLCS: nasce l’isola Ninux.org lametina

A Cosenza abbiamo imparato quanto sia difficile avviare una nuova isola Ninux: protocolli da imparare, hardware da scoprire, trucchi del mestiere, ma tutto motivato dall’obbiettivo di una rete comunitaria, aperta a tutti, sviluppata dal basso e orizzontale nella sua gestione. È per questo che ogni volta che noi ninuxer di Cusenza possiamo dare una mano a nuove intrepide comunità, ci buttiamo.

Da molti mesi, un po’ a strappo per i tanti impegni, lavoriamo assieme a Giuseppe “Pieps” per far nascere il primo nodo ninux lametino. E finalmente siamo pronti, il nodo PiepsHLCS è up and running.

Antenna: Ubiquiti Rocket M5 + Sector 90° 17dbi

Continua a leggere

Ninux reggina, la situazione dei nodi alluvionati

ninux_reggio_volontari_territorioLa scorsa settimana tutta la Calabria, in particolare in provincia di Reggio, è stata colpita da forte maltempo che ha causato danni a persone e cose. Il nostro Dario “BornAgain” ha pubblicato le sue riflessioni sulla situazione (lettura consigliatissima), e ci ha aggiornato sullo stato di alcuni nodi reggini colpiti dalla devastazione.

  • Il nodo ReggioCal:Canile (quello con pannelli solari ripristinato quest’estate) è stato interessato da una frana e al momento non conosciamo l’entità dei danni.
  • ReggioCal:Pietrapennata è irraggiungibile per via delle frane che interessano tutte le strade di accesso alle montagne sopra Palizzi, non sappiamo quindi se abbia subito danni.

Il ripristino non sarà probabilmente possibile in tempi brevi.

Uno degli obbiettivi di Ninux Calabria è quello di creare una rete wireless non solo alternativa e guidata dalla comunità, ma anche resiliente e resistente nelle situazioni di emergenza. Speriamo vogliate darci una mano: un buon punto di partenza per unirvi alla community è la mailing list o il gruppo facebook della ninux calabrese.

Ninux al Linux Day Cosenza 2015

banner_ld2015Il progetto Ninux sarà presente in alcuni dei Linux Day di Sabato 24 Ottobre. A Cosenza nella sessione pomeridiana ci sarà il talk introduttivo “Ninux e le reti comunitarie“.

Se siete nuovi del mondo delle community networks può essere la prima occasione per conoscere quella cosentina, spiegare meglio che tipo di rete vogliamo creare, perché crearla, e magari anche programmare qualche nuovo nodo (attivo!)

NinuCS alla Fiera Elettronica 2015

fiera_elettronica_2015La community di Ninux Cosenza parteciperà anche quest’anno alla Fiera dell’Elettronica di Rende! Ci troverete Sabato 21 e Domenica 22 allo stand dell’Hacklab Cosenza.

Sarà l’occasione perfetta per scoprire il concetto di rete comunitaria, e illustrare gli sviluppi recenti, tecnici e comunitari, dell’isola cosentina durante gli ultimi 12 mesi.

Con un po’ di fortuna, quest’anno la Fiera sarà nodo Ninux per tutta la durata dell’evento. Incrociamo le dita!

A Sabato!

Reti Comunitarie e Ninux @ Mongrassano, 5 Dicembre

ninux_reti_comunitarie_mongrassanoDomani 5 Dicembre 2014, Ore 17:00, alla Sala Ilenia/ex-Cisa di Mongrassano (CS) la community di Ninux Cosenza inconterà i membri del nascente progetto Connect.me.

NinuCS (Ninux Cosenza) parlerà di un concetto di rete diverso dalla solita Internet, quello delle reti comunitarie aperte, libere e di proprietà del cittadino che stanno nascendo in tutta Italia (in Calabria: Cosenza, Catanzaro, Reggio, Lamezia, Crotone); del perché sono importanti e di come si realizza questo riappropriarsi della propria presenza in rete.

Connect.me è la voglia dei mongrassanesi di creare una MAN con lo scopo di abbattere il digital-divide e fornire connettività Internet a tutti i residenti, secondo un modello dove i cittadini stessi creano il loro provider (Do-It-Yourself ISP). Ma non solo: risorse interne, e un’interfaccia verso la pubblica amministrazione per offrire servizi utili alla comunità.

Quali punti di contatto tra i due progetti? È possibile unire le forze di queste due realtà e realizzare entrambi gli obbiettivi? Vi aspettiamo per parlarne assieme: dopo le presentazioni seguirà un’ampia sessione di domande-e-risposte, dibattiti e interventi!

Happy Ninux, Happy Connection!

Sabato Ninux a Crotone

ninux_krQuesto Sabato 9 Agosto, a partire dalle 18, la community calabrese (incluso il calabrese #1 di Ninux, il founder del progetto Nino Ciurleo) sarà ospite dell’Arci Crotone al circolo Poseidonia Club di Isola Capo Rizzuto di Capo Colonna.

Staremo insieme per parlare di Wireless Community Networks (cosa sono, come si fanno, perché sono importanti) e per presentare l’isola Ninux crotonese che partirà durante l’Estate.

Non mancate, vi aspettiamo!

Benvenuto Lappanux, nuovo supernodo NinuCS

Da poco l’hardware team calabro (thank you Musk, PeppeLinux, Vilgio Big Hat e Stefanauss) ha attivato una nuova location a Lappano (Santo Stefano), in grado di coprire tutta Cosenza da Nord a Sud. Guardare per credere.

La panoramica del supernodo Lappanux. Non male, eh?

La panoramica del supernodo Lappanux. Non male, eh?

Si tratta di un supernodo creato, mantenuto e finanziato in combo da più membri della community cosentina, un bell’accenno di crowdfunding ninuxaro! Abbiamo anche imparato tanto, soprattutto uno dei principi basilari dei montaggi Ninux: chi più spende, meno spende. All’inizio avevamo acquistato antenne usate, di seconda mano, che da subito hanno performato male: flapping della Ethernet, radio presente a tratti, un disastro. Il primo “viaggio” ha posizionato tutto, ma non ha prodotto risultati in fin dei conti.

lappanux_peppe

Più che una corda sembrano le mie bretelle impigliate.

Per il secondo abbiamo fatto tesoro della lezione e siamo tornati ad apparati nuovi, testati e configurati in precedenza con tutta calma. Riconfigurato il router con ground routing da manuale, montato in una cassetta trasparente a tenuta stagna assieme ai POE, e aggiunto un braccetto per distanziare ulteriormente le antenne. Risultato perfetto!

Una volta tirati sù i cavi guainati il più è fatto

Una volta tirati sù i cavi guainati e le antenne sul palo siamo al 50% del lavoro. Seguono puntamento e routing test.

Lappanux è pronto per accogliervi in questa community libera, aperta, costruita dal basso. Puntando verso Lappanux troverete due SSID,

  • nord.lappanux.calabria.ninux.org – Ubiquiti Rocket M5 + Sector 90° 17 dBi
  • sud.lappanux.calabria.ninux.org – Ubiquiti NanoStation M5

Presto verrà installata una terza antenna direttiva che farà da dorsale punto-punto verso gli altri supernodi cosentini.

Un test veloce per linkarlo dall'esterno...

Un test veloce per linkarlo dall’esterno…

Su Lappanux abbiamo disabilitato le estensioni proprietarie della Ubiquiti (che spariranno presto anche a San Pietro in Guarano), pertanto qualsiasi apparato 802.11 abbiate che operi nei 5 GHz vi consentirà di collegarvi.

... concretizzato con una insonne airGrid, -72db  120 Mbps, CCQ 100%

… concretizzato con una insonne airGrid, -72db 120 Mbps, CCQ 100%

Come al solito vi aspettiamo nuovi Ninuxer, virtualmente sulla ML (“Contattaci” nel menu) e fisicamente ogni Martedì alle 19 all’Unical (Cubo 22).

lappanux2

E’ forse l’obiettivo del cellulare o quella Rocket pare troppo inclinata in basso… Vedremo, intanto saluti da Lappano.

Ninux Calabria alla Fiera dell’Elettronica a Cosenza

banner fiera elettronicaLa 5° edizione della Fiera Mercato dell’Elettronica, dell’Informatica e del Radioamatore organizzata dall’ARI Cosenza incombe: l’appuntamento è per questo finesettimana 22-23 Marzo presso il Parco Industriale di Rende (CS), di fianco la Concessionaria Mercedes SAFRA.

Ci saranno quasi tutti i ragazzi di Ninux Calabria con un loro stand e sarà l’occasione perfetta per parlare di Ninux a 360° gradi, dalla sua comunità fino ai protocolli di routing, passando per gli apparati utilizzati (che potrete toccare con mano) e la mappa della rete cosentina in continua espansione. E se vi va, potrete lasciare assieme a noi il vostro puntino arancione sulla mappa :)

Vi aspettiamo, non mancate!

Ninux.org e PresidioCelico, in difesa del territorio calabrese

IMG_20140220_124908

L’isola cosentina della rete wireless comunitaria Ninux.org ha vissuto 2 mesi intensi, che l’hanno vista più che raddoppiare. Nella prossima settimana cercheremo di riassumervi tutti le nuove configurazioni, le idee dei nuovi membri della community, le prospettive eccitanti per il futuro. Ma adesso c’è qualcosa di più importante di cui vogliamo parlarvi,  qualcosa che arriva al cuore del concetto che crediamo essere alla base di una rete come Ninux, e che alimenta la nostra motivazione nello sviluppo di questa rete e di questo gruppo ben più di un innovativo protocollo di routing o di un link radio con un’attenuazione perfetta.

Lunedì i cittadini della presila cosentina si sono mossi per protestare contro le decisioni della regione Calabria in materia di rifiuti, preoccupati di pagare, in salute e in vivibilità del territorio, l’ennesima incuria nella gestione della cosa pubblica. La protesta è scattata nella notte di Lunedì, quando sempre più cittadini hanno cominciato, sfidando il freddo e la nebbia di questi giorni, ad occupare le via di accesso all’impianto di Celico. Tra questi il nostro fraticello, già nodo bello-che-attivo dell’isola NinuCS. Nel bel mezzo del nulla, quasi disconnessi da tutto nel momento in cui comunicare era più importante che mai, l’idea è stata questione di un attimo: perché non cortocircuitare una community per un’altra community?

IMG_20140220_162948È nato così, in meno di 30 ore, PresidioCelico. Un link radio di quasi 16km fino a Cerisano, il più lungo in Italia che non faccia parte dell’isola Ninux romana, che ha permesso al Presidio di dotarsi di una connettività stabile che ha reso più semplice aggiornarsi e aggiornare su quanto stava avvenendo con liveblogging e aggiornamenti sui social network, ma soprattutto un livestreaming dell’assemblea dei partecipanti, nella mattinata di Venerdì, con decine di collegamenti.

PresidioCelico, dopo 6 giorni e 5 notti di sit-in, non ha più resistito. Il suo lascito però, è importantissimo per Ninux Calabria. Innanzitutto è stata la conferma tangibile di ciò che abbiamo sempre professato: Ninux è una rete che mette al centro le persone. Sono le persone a possedere direttamente un pezzetto della rete, a gestirla e ad esserne parte attiva, invece che una minuscola e insignificante briciola alla periferia di Internet che se sparisse, non importerebbe niente a nessuno. L’importanza che ha essere produttori e non solo consumatori passivi di una rete la si vede proprio quando sono le necessità delle persone che devono essere ascoltate, specie dove collidono con logiche che ostacolano il cambiamento positivo e il benessere comune. Dove i provider Internet e i classici mass media non potevano o non volevano arrivare in supporto delle persone, Ninux c’era. La strada è quella giusta, PresidioCelico ci dice questo.

Infine PresidioCelico si lascia dietro un Nodo Nomade, con indirizzamento IP e apparati dedicati e pronti 24 ore su 24, che Ninux Calabria metterà a disposizione delle mobilitazioni cittadine come quella del Comitato Ambientale Presilano. Ma Ninux può arrivare solo fin dove ci sono cittadini pronti ad abbracciare questa rete libera e aperta. Prima di lasciarci con alcune foto della giornata dell’installazione, una dritta sui come passare i prossimi 10 minuti: leggi un po’ di Ninux sul wiki del progetto e se ti verrà voglia di entrare nella community e di amplificare l’innovazione tecnica e sociale di questa rete, faccelo sapere.