Routing a terra – Reggio Calabria

Piano piano…qui a Reggio Calabria…i nodi di Ninux iniziano ad aumentare. Il mitico Dario “stressa” il mondo intero…e 1 persona su 10000 cade nella trappola di Ninux. Il mio nodo, montanto più di un anno fa,  faceva il suo sporco lavoro con una nanostation m5 sul tetto e un cavo che scendeva al piano della mia abitazione. Quello che doveva essere solamente un nodo foglia…sta pian pianino acquisendo importanza…e da semplice Station…nel tempo e’ diventato Master con 3 nodi associati.
Non che ci sia tutto questo gran traffico sopra…ma in previsione di “nuovi arrivi” nella zona sud della città decido di passare al tanto temuto ROUTING A TERRA!
Inizio a fare un paio di domande in mailing list, do un’occhiata all’ottimo HOW TO e decido di passare a questa nuova configurazione.

Le motivazioni sono state :

  • Tornare ad AirOS sulla NanostationM5 ..e utilizzarla nella sua configurazione nativa/ottimale
  • Scaricare dall’antenna al router di piano il carico di lavoro
  • Incentrare tutto il routing su un’unica periferica ottimizzando le prestazioni
  • Fondere la mia rete locale casalinga con quella di Ninux
  • …..e infine…mi ero seccato…volevo fare altri esperimenti :)

Ordino online l’ormai iper-testato TP-Link 841 ND (19 euro) e nell’attesa metto mano all’antenna. Dovevo eliminare OpenWrt installato sopra e tornare a AirOS. Il tutto senza toccare il palo o salire in terrazzo. Chiamo Dario e chiedo se ha un PoE con il reset remoto. Risposta affermativa….collego il tutto…reset…ping al 192.168.1.20….un colpo di TFTP e il firmware originale torna sulla Nanostation.

Dopo un paio di giorni suona il corriere e l’841 e’ sulla mia scrivania. Decido di installare l’OpenWrt cotto a puntino dai ragazzi di Cosenza. Il NinuxCsWrt e’ già arricchito di Olsr e OpenVPN. Scarico il file e lo aggiorno direttamente dal pannello di configurazione originale del TP-Link. Un riavvio e mi risponde su 192.168.1.1.

Seguo l’HOW-TO citato sopra e configuro il tutto con gli indirizzi a me assegnati…. Sembra funzionare!

La mia configurazione e’ un po differente da quella dell’HOW TO. Nello specifico ho configurato il tutto nel seguente modo :

Porta 1 : Antenna 1
Porta 2 : Eventale futura antenna 2
Porta 3 : Lan Ninux 10.x.x.x
Porta 4 : Lan Casalinga
Porta Wan : Porta sempre aperta con ip statico…nel caso facessi danni con il firewall :)

 

Passiamo all’inscatolamento. Volevo inserire il tutto direttamente nella cassetta stagna situata nel mio balcone….un avvitatore, un paio di minuterie ed il gioco e’ fatto.

Collego il tutto, e inizio a fare qualche prova. La versione di OpenWrt usata e’ la Barrier Breaker che sull’841 v.9.0 (che se non ricordo male va a circa 500Mhz) va una scheggia. Per prima cosa faccio un paio di ping…sembra andare..ma da LuCI non riesco a visualizzare le tabelle di OLSR. Dopo una breve ricognizione noto che deve essere abilitato nella sezione plug-in la libreria olsrd_jsoninfo.so.0.0.

Plug in - OLSR

Plug in – OLSR

Save & Apply e tutto funziona alla perfezione. Le tabelle sono tutte li :)
L’altra cosa che volevo fare …e far convivere la mia rete casalinga con la 10.x.x.x di Ninux.

Bene…creo una VLAN separata…abilito sulla porta dello switch prescelto…inserisco l’ip…configuro il firewall di OpenWrt e faccio una rotta statica sul mio router ADSL.

Firewall OpenWrt

Firewall OpenWrt

Funziona!

Il mio nodo dopo una settimana di buio…torna a fare traffico nell’isola di Reggio Calabria che al momento appare cosi …

MapServer - Reggio Calabria

MapServer – Reggio Calabria

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>